Tu sei qui

Messaggio di avvertimento

È necessario autenticarsi per vedere questo form.

Circolare n. 174 Disposizioni evacuazione scuola primaria Cavazzale

Versione stampabileVersione PDF

Circ. 174

                                                                                                                        Monticello Conte Otto, 03/12/2019

                            A tutti i docenti

                           Al personale ATA

                           Scuola Primaria di Cavazzale 

Oggetto: disposizioni evacuazione scuola Primaria di Cavazzale 

 

In previsione della Prova di evacuazione rapida dall’edificio scolastico, si riportano di seguito alcune indicazioni utili per la buona riuscita della prova stessa.

  1. in ogni classe sarà cura dei docenti individuare un alunno aprifila (il più vicino alla porta d’entrata) e un alunno chiudifila (l’alunno nel posto più in fondo all’aula) e almeno due alunni di riserva. È bene incollare sui due banchi (aprifila e chiudifila) un cartellino plastificato con scritto il ruolo dei bambini che li occuperanno e mantenere affisso nell’aula un promemoria degli incarichi e dei nominativi:
  • alunno aprifila: apre la fila, mettendosi davanti la porta dell’aula;
  • alunno chiudifila: chiude la fila dopo che si è formata e chiude la porta del locale che viene abbandonato, assicurandosi che nessuno sia rimasto dentro;
  • alunni di riserva: sostituiscono gli incaricati assenti.

Per le modalità di evacuazione si fa riferimento alla planimetria e alle norme generali di comportamento (in ogni aula sono esposti i relativi documenti). Si raccomanda di prendere visione e di provare anche i percorsi alternativi segnati sulle mappe.

Le stesse operazioni vanno espletate dai docenti che utilizzano le aule speciali (palestra, arte e immagine, audiovisivi, informatica, mense, …).

In ciascuna di queste aule è affissa  in prossimità della porta d’entrata una busta-evacuazione extra da prendere qualora il docente che si trova dentro con la classe non abbia quella specifica della sua classe. (In queste buste-evacuazione extra ci sono gli elenchi di tutte le classi, i moduli di sfollamento e la penna).

Altre buste-evacuazione extra sono affisse vicino alle porte tagliafuoco e alle porte d’uscita dal plesso, qualora qualche docente si fosse dimenticato di prenderla nell’uscita dalla sua aula. Di norma non si può rientrare nel plesso, una volta usciti.

2.  Tutti i docenti devono costantemente verificare che nelle aule la posizione di banchi e sedie non costituisca un ostacolo all’evacuazione e così pure che gli zaini nei corridoi, sotto gli attaccapanni, siano sempre disposti in ordine.

3.   Al segnale di evacuazione (campanella o tromba da stadio: 3 suoni mediamente lunghi intervallati da breve pausa di silenzio; o allarme automatico Attenzione, allarme incendio, evacuare l’edificio” che si ripete continuamente), gli alunni, ricevuto l’ordine dall’insegnante, si mettono in fila senza attardarsi a raccogliere effetti personali; poi devono uscire ordinatamente dai banchi, senza correre o spingersi, e incolonnarsi dietro il compagno aprifila.

Gli alunni e adulti diversamente abili e non autonomi negli spostamenti escono per ultimi, in modo da non intralciare il flusso di uscita. Per situazioni particolari, si rimanda ad accordi specifici con i Responsabili della Sicurezza.

Si raccomanda di ricordare ai bambini che se si trovano fuori dall’aula, poiché in bagno, devono inserirsi nel primo gruppo-classe che incontreranno nel corridoio e una volta usciti nel punto di raccolta, chiederanno al docente con cui sono usciti di poter raggiungere la propria classe.

  1. Ogni docente prende la BUSTA-EVACUAZIONE, con l’elenco degli alunni, il modulo di sfollamento e la penna, appesa in prossimità della porta di uscita dell’aula; verifica che tutti gli alunni siano in fila e, a capo della fila, esce dall’aula dirigendosi verso l’area di raccolta indicata nella planimetria.

Qualche insegnante si ricordi di prendere il cellulare, se ce l’ha a portata di mano (può servire per le chiamate d’emergenza).

 Lo spostamento di tutti deve avvenire mantenendo ordine e calma.

  1. I docenti, raggiunto il punto di raccolta con le rispettive classi, fanno l’appello, compilano il modulo di sfollamento che dovranno consegnare al docente incaricato che passa a raccogliere (referenti della sicurezza Bellon e/o Coltro e/o in loro assenza, Pulvirenti o qualcun altro della squadra evacuazione).

6.   Tutti i docenti preposti alle rispettive classi hanno il dovere di collaborare, in       particolare alcuni hanno i seguenti incarichi:

  • il docente della 5^C in servizio, scende con la borsa del primo soccorso, cui sono attaccate anche le chiavi dei cancelli, se dovessero servire;
  • il docente di classe 1^A, vicino all’anfiteatro, lascia la classe al collega vicino per la compilazione del modulo di sfollamento e va ad aprire i due cancelli grandi (quello all’interno del cortile e quello scorrevole che dà sulla strada - via Rossini);
  • il docente della 4^A, che esce con la classe nel cortile della scuola secondaria di primo grado, lascia gli alunni al collega vicino per la compilazione del modulo di evacuazione e va a chiudere il gas e a disattivare la corrente elettrica.

7. Il personale ATA provvede all’espletamento delle seguenti mansioni:

  • chiamate telefoniche di soccorso;
  • controllo di aule e bagni al pianterreno e primo piano, dopo aver effettuato il quale, esce dal Plesso e fa segnale a una referente per la sicurezza o a chi per lei che la scuola è libera.

8.  I punti di raccolta sono stati individuati nei seguenti luoghi:

  • giardino del plesso (lungo la pista di atletica – classi prime, seconde, terze, quinte);
  • cortile posteriore della scuola secondaria di primo grado, a destra rispetto alle scale (classi quarte).

Tutte le classi attendono un segnale (suono di fischietto) di fine prova (che darà una referente per la sicurezza o chi la sostituisce), prima di rientrare con ordine nel Plesso.

Una delle referenti per la sicurezza o chi la sostituisce, compila il verbale della prova effettuata sulla base di quanto dedotto dai moduli di sfollamento raccolti e da quanto avvenuto durante l’esercitazione (si fa copia del verbale e si allegano in ordine i moduli di sfollamento, portando poi il tutto in segreteria; la copia del verbale si tiene dentro il raccoglitore verde nel mobiletto alle spalle del collaboratori al bancone d’entrata).

La prova di sfollamento dovrebbe concludersi nell’arco di tempo indicativo di 3 minuti.

Al fine di assicurare il corretto e sicuro svolgimento delle procedure di emergenza, è indispensabile che ciascuno sappia esattamente come comportarsi; particolare attenzione deve essere rivolta agli alunni delle classi prime e agli alunni con disabilità.

Si ritiene opportuno ricordare, inoltre, le norme di comportamento da tenere in caso di terremoto. Si invitano pertanto i Coordinatori di team ad illustrare agli alunni le disposizioni affisse alla porta dell’aula. All’eventuale suono di allarme, (tromba da stadio), abbandonare l’edificio scolastico in modo ordinato, seguendo le stesse norme previste dal Piano di evacuazione.

Si prega di annotare sul Registro di classe l’avvenuta illustrazione delle note sopra riportate.

Si ricorda che anche i genitori o altri soggetti presenti nel plesso devono partecipare alla prova.

Si ringrazia per la collaborazione.

 

le Referenti per la Sicurezza                                                                                                         la Dirigente Scolastica

        ins. Bellon Anisa                                                                                                                     dott.ssa Rosa Carella

        ins. Coltro Flavia

Istituto Comprensivo Don Bosco di Monticello Conte Otto (VI), Via Vivaldi, 2 - 36010 Monticello Conte Otto (VI) Italy
Tel. +39 0444 945 923 PEO: viic850004@istruzione.it PEC: viic850004@pec.istruzione.it CF: 80018930240 CM: viic850004

Data Protection Officer: Federico Croso - Studio legale e tribuitario Croso - Via xx settembre 52b - CAP 13011 - Borgo Sesia (BG) - tel: 0163 200 695 - 0163 035 022 - email:dpo@gdprscuolas.it

a cura di Mario Varini - EUCIP IT Administrator certified.
CMS Drupal ver. 7.67 del 08/05/2019 agg. 08/05/2019• XHTMLCSS

Sito realizzato nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web
Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia

Licenza Creative Commons

Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo (3.0 Italia) per permetterne
la diffusione e il riuso liberi con citazione degli autori e con l'indicazione che potrà essere utilizzato dalle scuole italiane che ne faranno richiesta.

Per informazioni, solo se appartenenti a Pubblica Amministrazione, contattare Mario Varini con e-mail istituzionale ( @istruzione.it )